Un Lungo Racconto

La Storia

Antica Fattoria La Parrina:

il tempo passa, il vero resta


La Storia: due secoli, o venti

Qui la terra si è sempre lavorata. Inseriti su un muro de La Parrina ci sono tre frammenti cavati fuori dal vecchio scavo archeologico di una antica villa agricola romana della Maremma, di quelle seminate qua intorno per sfruttare l’eccezionale fertilità della terra. Però la storia vera dell’Antica Fattoria La Parrina comincia nella prima metà del XIX secolo, quando il nobile banchiere Michele Giuntini acquisisce il primo nucleo dell’antica villa agricola toscana. I raccolti sono ricchi, le terre mostrano una grande generosità e nei decenni successivi si delineano le dimensioni e la varietà attuale della tenuta agricola in Maremma. Per gestirlo adeguatamente si ricorre a contratti di mezzadria, una forma di affitto a lungo termine che chiama i mezzadri alla compartecipazione di utili e spese.  Il diffondersi della meccanizzazione, dalla fine dell’800, i forti investimenti, la diversificazione, la bonifica dei territori porta a un grande sviluppo: La Parrina arriva ad ospitare fino a 460 lavoratori. Dopo la grave battuta d’arresto della seconda guerra mondiale, L’Antica Fattoria La Parrina ha recuperato  la propria identità originaria, al punto di essere l’unica tenuta agricola di Maremma, capace di mantenere inalterata la propria originale vocazione all’eccellenza, pur adeguandosi  alle richieste della modernità.



Molte cose da tenere, nessuna da trattenere

Cosa si cela dietro quell’aggettivo “Antica” Fattoria, che è l’anima de La Parrina?  

L’ideale è scegliere un punto di vista abbastanza alto da poter scorgere una parte consistente della tenuta agricola toscana.  L’occhio inesperto scorgerà un panorama verde modulato dalla mano dell’uomo. Rasserenante e più o meno “pittoresco” a seconda delle ore del giorno e dell’incidenza della luce. Ma l’occhio esperto distinguerà i terreni vocati a questa o quella coltivazione, quelli lasciati a pascolo, quelli che riposano, le macchie lasciate crescere a selva, le alberaie destinate a far legna... L’ “Antica” concezione della antica villa agricola romana e perpetuata nel medioevo, consiste proprio nel tenere in un unico “hub”, differenti vocazioni, saperle riconoscere e valorizzarle armonicamente, per ottenere da ognuna i frutti più preziosi e offrirli a tutti. Intere famiglie di fattori, contadini, lavorano qui da generazioni. La storia dell’Antica Fattoria La Parrina si fonda sulla continuità dell'attività agricola che offre unicità di prodotti ed esperienze, tra natura e territorio.

Una concezione antica, o sorprendentemente moderna?

 

L'intuizione della dottoressa

Da parecchi anni la Dottoressa Franca Spinola regge le sorti de La Parrina, a partire da questa intuizione: la natura ne sa sempre di più. Ogni singolo terreno sa già cosa di buono può far crescere. Compito dell’uomo è capirlo, assecondare la sua vocazione con il contributo di scienza e tecnologia, e raccogliere l’eccellenza della materia prima, da portare in tavola con la sapienza di una lavorazione che rispetta i valori delle origini. Un’armonia che molti hanno perso e molti oggi vogliono ritrovare.

E perché non dare a tutti la possibilità di vivere con mano, a seconda delle stagioni, l’unicità dell’esperienza dell’Antica Fattoria La Parrina? Non solo quella dei prodotti, ma anche quella del lavoro quotidiano, dei  ritmi, della natura. In una parola, della vita.